Assicurazione auto cointestata: tutto ciò che c’è da sapere

L’assicurazione auto cointestata è una polizza assicurativa che offre maggiore flessibilità, grazie alla Legge Bersani. Scopri come funziona!

a cura di Pubblicato il 05 Dic 2023Aggiornato il 27 Apr 2024 di lettura

L’assicurazione auto cointestata è una copertura assicurativa che coinvolge più di un titolare per lo stesso veicolo. Questa opzione è particolarmente vantaggiosa per le famiglie, le coppie o i gruppi di condividenti che utilizzano la stessa auto. La cointestazione permette a tutti i titolari di essere coperti dalla polizza, garantendo così una maggiore tranquillità nel caso di sinistri. Tuttavia, è importante notare che tutte le parti coinvolte devono essere pienamente consapevoli delle proprie responsabilità e dei propri diritti in caso di incidente. Le compagnie assicurative considerano vari fattori, come l’età dei cointestatari, la loro esperienza di guida e il loro record di sinistri, quando calcolano i premi della polizza.

Richiedi un preventivo gratuito!

assicurazione auto cointestata

Come funziona l’assicurazione auto cointestata

L’assicurazione auto cointestata funziona in modo simile a una polizza standard, con la differenza che i dettagli di più di un conducente sono inclusi. In pratica, quando si stipula la polizza, si forniscono le informazioni di tutti i cointestatari, i quali saranno poi coperti dalla polizza.

Questo permette a tutti i titolari di guidare la stessa auto con la garanzia di essere assicurati. Tuttavia, è fondamentale che ogni cointestatario rispetti le condizioni della polizza e sia consapevole che eventuali infrazioni possono influenzare i costi dell’assicurazione per tutti.

Se un cointestatario causa un incidente, infatti, l’assicurazione potrebbe aumentare i premi per tutti i titolari della polizza.

Scopri di più →

Assicurazione auto cointestata e Legge Bersani

La Legge Bersani ha introdotto notevoli cambiamenti nel settore assicurativo, tra cui la possibilità di trasferire la classe di merito da un titolare all’altro nel caso di assicurazioni auto cointestate.

Questo significa che se uno dei cointestatari ha una classe di merito più favorevole, può scegliere di trasferirla all’altro cointestatario, permettendo così di beneficiare di premi assicurativi più bassi.

Tuttavia, è importante sottolineare che questo trasferimento può avvenire solo una volta e non può essere cambiato successivamente.

Pertanto, è fondamentale fare una valutazione accurata prima di decidere di avvalersi di questa opzione.

Ricordiamo inoltre che nel caso di incidenti causati da uno dei cointestatari, la compagnia assicurativa potrebbe rivedere l’importo del premio per tutti i titolari della polizza.

Scopri di più →

Assicurazione auto cointestata e classe di merito

La classe di merito è un elemento chiave nel calcolo del premio dell’assicurazione auto. Si tratta di una sorta di "voto" che l’assicuratore attribuisce al conducente in base al suo comportamento alla guida: meno incidenti causa, più la sua classe di merito migliora, con un conseguente abbassamento del premio assicurativo.

Nel caso di un’assicurazione auto cointestata, la classe di merito di ogni cointestatario influisce sul calcolo del premio.

Quindi, se uno dei cointestatari ha una classe di merito più alta a causa di numerosi incidenti causati, questo potrebbe influire negativamente sul costo dell’assicurazione per tutti.

Pertanto, è essenziale valutare attentamente chi includere come cointestatario nell’assicurazione auto.

Potrebbe interessarti →

Assicurazione auto cointestata tra non conviventi

L’assicurazione auto cointestata tra non conviventi è una soluzione potenzialmente vantaggiosa, ma richiede attenta valutazione.

Questa opzione può essere utile se i non conviventi utilizzano frequentemente la stessa auto. Tuttavia, è importante tenere presente che, in caso di incidente causato da uno dei cointestatari, l’aumento del premio assicurativo influirà su entrambi.

Inoltre, le compagnie di assicurazione possono applicare tariffe diverse in base al domicilio dei cointestatari, quindi la residenza può diventare un fattore determinante nel calcolo del premio.

Potrebbe interessarti →

I vantaggi di un’assicurazione auto cointestata

Ci sono numerosi vantaggi nell’optare per un’assicurazione auto cointestata. Prima di tutto, permette una maggiore flessibilità nell’uso dell’auto, poiché più persone sono coperte dalla stessa polizza.

Ciò può essere particolarmente utile per le famiglie o i gruppi di amici che condividono l’uso del medesimo veicolo. Inoltre, può essere un modo efficace per permettere ai giovani guidatori di accumulare una classe di merito migliore, dato che sono coperti da una polizza già esistente di un guidatore con una buona classe di merito.

Infine, può essere un modo per risparmiare sul premio assicurativo, poiché i costi possono essere distribuiti tra i cointestatari.

Tuttavia, come menzionato in precedenza, è importante considerare attentamente chi includere come cointestatario, poiché la classe di merito di ciascuno influirà sul costo complessivo dell’assicurazione.

Potrebbe interessarti →

Riassumendo

disegno di un ragazzo seduto a gambe incrociate con un laptop sulle gambe che fa un riassunto di tutto quello che si è scritto finora

In un’assicurazione cointestata tutte le parti sono coinvolte allo stesso modo.

Se uno dei cointestatari ha una classe di merito più favorevole, può scegliere di trasferirla all’altro intestatario della polizza.

Tutti gli intestatari sono responsabili del pagamento del bollo auto.

Conclusioni

disegno di un ragazzo seduto a gambe incrociate che regge un laptop con scritto dietro allo schermo Conclusioni

In conclusione, l’assicurazione auto cointestata è una scelta che può portare vari benefici, come la condivisione dei costi e l’accesso a una classe di merito più favorevole. Tuttavia, è fondamentale considerare attentamente le proprie esigenze e confrontare le offerte di diverse compagnie assicurative. Anche per quanto riguarda il pagamento del bollo, è importante ricordare che tutti i cointestatari sono responsabili. Pertanto, è consigliabile concordare in anticipo come dividere i costi per evitare possibili dispute in futuro. Ricorda, la chiarezza e la comunicazione sono fondamentali quando si tratta di gestire un’auto cointestata.

Richiedi un preventivo gratuito!

Domande frequenti

disegno di un ragazzo seduto con nuvolette di testo con dentro la parola FAQ
Quando conviene l’assicurazione auto cointestata?

L’assicurazione auto cointestata è consigliata in diverse situazioni. Ad esempio, è conveniente se l’auto è utilizzata frequentemente da più persone, come i membri di una famiglia o un gruppo di amici.
È anche un’opzione vantaggiosa per i giovani guidatori, in quanto permette loro di accumulare una classe di merito migliore. Infine, è una scelta adatta se si desidera distribuire i costi dell’assicurazione tra più persone.
Tuttavia, è fondamentale ricordare che la classe di merito di ciascun cointestatario influirà sul premio assicurativo, quindi è importante considerare attentamente chi includere.

Come si calcola il premio di un’assicurazione cointestata?

Il calcolo del premio per un’assicurazione auto cointestata si basa su una serie di fattori. Il primo e più importante è la Classe di Merito dei cointestatari: se uno o più cointestatari hanno una Classe di Merito alta, il premio sarà più caro.
Inoltre, vengono prese in considerazione le caratteristiche del veicolo (come marca, modello, età e potenza del motore), l’età e il sesso dei cointestatari, il luogo di residenza, e l’uso previsto del veicolo. Infine, anche eventuali coperture aggiuntive scelte (come kasko, furto e incendio) influiranno sul costo del premio.
Ricordate, è sempre importante confrontare diversi preventivi prima di scegliere l’assicurazione più adatta alle vostre esigenze.

Quando si fa un’assicurazione auto cointestata?

La scelta di fare un’assicurazione auto cointestata può essere fatta in qualsiasi momento, ma è particolarmente pertinente in determinate circostanze. Ad esempio, se si acquista un’auto insieme ad un’altra persona (come un coniuge, un genitore o un amico) e si prevede di condividere l’uso del veicolo, la cointestazione può essere una scelta logica.
Lo stesso vale se si è un giovane conducente e si vuole approfittare della Classe di Merito di un cointestatario con più esperienza di guida. Infine, la cointestazione può essere conveniente se si vuole dividere i costi dell’assicurazione tra più persone.

Chi paga il bollo di un automobile cointestata?

La responsabilità del pagamento del bollo per un’automobile cointestata ricade su tutti i cointestatari indistintamente. In pratica, si presume che il costo venga diviso equamente tra i cointestatari, anche se non ci sono disposizioni legali che obbligano a seguire questa regola.
Pertanto, è possibile che uno dei cointestatari decida di pagare l’intero importo o che i cointestatari concordino tra loro una suddivisione diversa del costo. È importante notare, tuttavia, che in caso di mancato pagamento del bollo, l’Agenzia delle Entrate può rivalersi su ciascuno dei cointestatari per l’intero importo dovuto.

Quanto è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella per votarlo!

Hai scelto di negare il consenso ai cookie

I Cookie non sono mostri che si nascondono sotto il letto! 👻 Non ti rubano niente! Anzi, sono piccoli aiutanti che migliorano la tua navigazione. Accettando i cookie potrai aiutarci a mantenere liberi e imparziali i contenuti offerti sul nostro sito. La pubblicità mirata è un modo per fornirti informazioni di qualità. Nessun dato personale come le generalità anagrafiche è contenuto nei cookie.

–– OPPURE ––