fumetto di un maestro e un'allieva davanti ad uno lavagna digitale

Prestito infruttifero

« Back to Glossary Index

Un prestito infruttifero è un contratto di prestito in cui una parte (il prestatore) concede una somma di denaro a un’altra parte (il beneficiario o mutuatario), con l’accordo che quest’ultima restituirà l’importo prestato entro un determinato periodo di tempo, senza alcun interesse.

Caratteristiche principali

  • Gratuità: La caratteristica fondamentale del prestito infruttifero è la sua gratuità, ovvero l’assenza di interessi o altri oneri finanziari a carico del beneficiario.
  • Forma: Può essere stipulato sia verbalmente che per iscritto, ma è consigliabile redigere un contratto scritto (anche una semplice scrittura privata) per evitare fraintendimenti e avere una prova dell’accordo.
  • Restituzione: L’importo prestato deve essere restituito entro il termine stabilito nel contratto. La restituzione può avvenire in un’unica soluzione o a rate.
  • Ambito di applicazione: I prestiti infruttiferi sono spesso utilizzati tra familiari, amici o conoscenti, ma possono anche essere utilizzati in ambito societario (ad esempio, tra soci di una società).

Differenza con il prestito fruttifero

La differenza sostanziale tra un prestito infruttifero e un prestito fruttifero (come quelli erogati dalle banche) risiede proprio nella presenza o meno degli interessi. Nel prestito fruttifero, il beneficiario è tenuto a restituire non solo il capitale prestato, ma anche gli interessi maturati nel tempo.

Aspetti fiscali

In Italia, i prestiti infruttiferi sono soggetti a una disciplina fiscale specifica. Se l’importo prestato supera determinate soglie, è necessario comunicare il contratto all’Agenzia delle Entrate. Inoltre, se il prestito infruttifero è concesso da un’azienda a un socio o amministratore, potrebbe essere considerato un reddito imponibile per il beneficiario.

Vantaggi e svantaggi

  • Vantaggi: Il prestito infruttifero è una forma di aiuto economico senza oneri finanziari per il beneficiario.
  • Svantaggi: Per il prestatore, il prestito infruttifero non genera alcun guadagno. Inoltre, in caso di mancata restituzione, il recupero del credito può essere più difficile rispetto a un prestito fruttifero.

In sintesi

Il prestito infruttifero è un’opzione da considerare quando si vuole aiutare economicamente qualcuno senza gravarlo di interessi. Tuttavia, è importante valutare attentamente i rischi e le implicazioni fiscali prima di stipulare un contratto di prestito infruttifero.

« Torna all'indice del Glossario

Hai scelto di negare il consenso ai cookie

I Cookie non sono mostri che si nascondono sotto il letto! 👻 Non ti rubano niente! Anzi, sono piccoli aiutanti che migliorano la tua navigazione. Accettando i cookie potrai aiutarci a mantenere liberi e imparziali i contenuti offerti sul nostro sito. La pubblicità mirata è un modo per fornirti informazioni di qualità. Nessun dato personale come le generalità anagrafiche è contenuto nei cookie.

–– OPPURE ––