Merito creditizio: cos’è, come si calcola e si migliora

Scopri cos’è e come funziona il merito creditizio. Ottimizza il punteggio per accedere a tassi vantaggiosi e ottenere prestiti con facilità!

a cura di Pubblicato il 01 Mag 2024Aggiornato il 11 Giu 2024 di lettura

Il merito creditizio gioca un ruolo cruciale nell’accesso a prestiti, mutui, e carte di credito, ma non tutti ne comprendono appieno il significato o sanno come può essere migliorato.

Questo articolo si propone come una guida completa per giovani, lavoratori autonomi, professionisti, imprenditori e dipendenti, per approfondire il concetto di merito creditizio, i criteri con cui viene calcolato e le azioni pratiche per ottimizzare il proprio punteggio.

Dunque non attendiamo oltre e scopriamo cos’è e come funziona il merito creditizio!

Resta sempre aggiornato e ricevi in anteprima Guide e Report!

Grafico a torta che rappresenta la composizione del punteggio di credito, con i fattori principali come storico pagamenti, livello di indebitamento e situazione professionale e reddituale.
Questo grafico a torta mostra i fattori principali che influenzano il tuo punteggio di credito. Un buon punteggio creditizio è essenziale per ottenere prestiti e mutui con condizioni vantaggiose. Il Credit Score è così composto: Storico dei pagamenti 35% – Importo posseduto 30% – Età 15% – Tipi di finanziamenti 10% – Richieste di finanziamento 10%

Introduzione al Merito Creditizio

Il merito creditizio è sostanzialmente un punteggio che valuta la capacità di un individuo di rimborsare finanziamenti. Le istituzioni finanziarie si affidano a questo punteggio per decidere se concedere o meno il finanziamento e a quali condizioni.

Essere un soggetto con buon merito creditizio significa accedere a condizioni finanziarie più vantaggiose, con tassi d’interesse minori e maggiore facilità nell’ottenere prestiti.

In Italia, il merito creditizio è gestito da centrali rischi come Crif e Experian, che raccolgono e analizzano i dati relativi alla storia creditizia degli individui.

Leggi anche →

Come si calcola il merito creditizio

Il calcolo del merito creditizio dipende da una somma di vari fattori, inclusi lo storico dei pagamenti, il livello di indebitamento e la lunghezza della storia creditizia.

Per comprendere meglio il valore del proprio punteggio, è possibile richiedere una visura da una delle centrali rischi, il quale fornisce un dettaglio delle proprie posizioni finanziarie, o utilizzare strumenti online per una stima approsimativa.

Il tuo merito creditizio è un fattore fondamentale per ottenere un finanziamento. Per i finanziatori, che siano banche o finanziarie, è importante capire la tua capacità di rimborsare il finanziameno prima di concludere qualsiasi contratto.

La valutazione del merito creditizio da parte delle banche e istituti di credito, solitamente si basa si basa su tre pilastri fondamentali:

  1. La tua storia creditizia:
    • Verificano la tua puntualità nei pagamenti passati consultando i Sistemi di Informazione Creditizia (SIC). Questo ci permette di valutare la tua affidabilità nel rimborsare i debiti.
  2. Il tuo livello di indebitamento attuale:
    • Valutano l’ammontare dei tuoi impegni finanziari già in corso, sia in termini di prestiti che di altri debiti, in relazione alle tue entrate mensili. Questo li aiuta a capire se sei in grado di sostenere un nuovo prestito.
  3. La tua situazione professionale e reddituale:
    • Considerano le tue entrate fisse (stipendio, pensione, fatturato da lavoro autonomo), la tipologia di contratto di lavoro e la tua anzianità lavorativa. Richiedendo un reddito dimostrabile per poter erogare un finanziamento.

Al termine della valutazione, viene assegnato un punteggio di credito (credit score) che rappresenta la tua classe di merito. Questo punteggio influenza le condizioni economiche del tuo finanziamento, come il tasso d’interesse e la durata del rimborso.

Utilizzo dele Società di Informazioni Creditizie

Per effettuare la valutazione, banche e istituti finanziari si basano su informazioni sufficienti, proporzionate e verificate che riguardano la tua situazione economica e finanziaria. Queste informazioni vengono fornite da te (anche tramite documentazione) e le reperiscono dai SIC (Società di Informazioni Creditizie) gestiti da:

Trasparenza e sicurezza

La valutazione del tuo merito creditizio avviene nel rispetto della tua privacy e in conformità alle normative vigenti. Banche e istituti di credito garantiscono la massima trasparenza e ti permettono di conoscere i motivi che hanno portato all’assegnazione del tuo punteggio di credito.

Conoscere il tuo merito creditizio è importante per ottenere un finanziamento alle migliori condizioni.

Scopri di più →

Migliorare il merito creditizio

Migliorare il proprio merito creditizio è possibile ed è una pratica consigliata per godere di una vita finanziaria sana:

  1. Pagamenti puntuali: assicurarsi di pagare rate e fatture nei tempi previsti è fondamentale.
  2. Gestione dell’indebitamento: mantenere i livelli di debito sostenibili è importante per non incidere negativamente sul punteggio. Leggi a tal proposito la nostra guida sulla regola del 50/30/20.
  3. Monitoraggio della propria storia creditizia: controllare regolarmente il proprio report creditizio permette di individuare e correggere eventuali errori, se presenti.
Potrebbe interessarti →

Sfide specifiche e consigli

Il merito creditizio varia significativamente tra diverse categorie di persone:

  • Giovani hanno spesso poco credito a loro disposizione, il che rende la costruzione di un buon punteggio una sfida ma non impossibile.
  • Lavoratori autonomi e imprenditori possono avere fluttuazioni nei loro introiti, il che richiede una gestione attenta della propria capacità di rimborso.
  • Per le famiglie, gestire responsabilmente le proprie finanze è essenziale.
  • Cattivi pagatori possono adottare strategie mirate al recupero della propria credibilità finanziaria.

Le centrali rischi italiane (Crif, Experian) offrono la possibilità al cliente di richiedere il proprio estratto conto creditizio, un passo essenziale per chi vuole monitorare e migliorare il proprio punteggio.

Potrebbe interessarti →

Riassumendo

disegno di un ragazzo seduto a gambe incrociate con un laptop sulle gambe che fa un riassunto di tutto quello che si è scritto finora

Il merito creditizio è un punteggio che valuta la capacità di un individuo di rimborsare finanziamenti. Un buon punteggio facilita l’accesso a prestiti e mutui con condizioni vantaggiose.

Il calcolo del merito creditizio si basa su diversi fattori, tra cui lo storico dei pagamenti, il livello di indebitamento e la situazione professionale e reddituale.

Migliorare il proprio merito creditizio è possibile attraverso pagamenti puntuali, gestione attenta del debito e monitoraggio regolare della propria storia creditizia.

Conclusioni

disegno di un ragazzo seduto a gambe incrociate che regge un laptop con scritto dietro allo schermo Conclusioni

Il merito creditizio è un aspetto imprescindibile della vita finanziaria, che influisce significativamente sulla capacità della persona di ottenere prestiti e mutui a condizioni favorevoli.

Attraverso una gestione oculata delle proprie finanze, è possibile costruire e mantenere un punteggio elevato.

Ricordiamo, infine, l’importanza di consultare fonti credibili come la Banca d’Italia, la Consob o l’Associazione Bancaria Italiana per informazioni dettagliate e affidabili sul tema.

Prendersi cura del proprio merito creditizio significa aprirsi le porte a un futuro finanziario più sereno e prospero. Agire oggi per un domani più sicuro è una strategia vincente in ogni aspetto della propria vita economica.

Resta sempre aggiornato e ricevi in anteprima Guide e Report!

Domande frequenti

disegno di un ragazzo seduto con nuvolette di testo con dentro la parola FAQ
Cos’è il merito creditizio?

È un punteggio che valuta la capacità di un individuo di rimborsare i propri debiti. Più alto è il punteggio, maggiori sono le possibilità di ottenere prestiti e mutui con condizioni vantaggiose.

Come si calcola il merito creditizio?

I fattori principali includono:
Storico dei pagamenti: puntualità nei pagamenti di prestiti, carte di credito e bollette.
Livello di indebitamento: rapporto tra debiti in corso e reddito disponibile.
Situazione professionale e reddituale: stabilità lavorativa, tipologia di contratto e ammontare del reddito.

Come posso migliorare il mio merito creditizio?

Pagare le rate e le fatture puntualmente.
Gestire il debito in modo responsabile.
Monitorare regolarmente la propria storia creditizia.
Evitare di richiedere troppi prestiti in un breve periodo.
Correggere eventuali errori presenti nel proprio estratto conto creditizio.

Chi gestisce il merito creditizio in Italia?

Le centrali rischi come Crif, Experian raccolgono e analizzano i dati relativi alla storia creditizia degli individui.

Come posso richiedere il mio estratto conto creditizio?

Le centrali rischi italiane (Crif, Experian) offrono la possibilità di richiederlo mediante richiesta online o tramite posta.

Cosa posso fare se ho un basso merito creditizio?

Pagare le rate e le fatture con puntualità.
Ridurre il proprio livello di indebitamento.
Richiedere un piano di rientro per i debiti insoluti.
Aspettare che il tempo migliori la propria storia creditizia.

Dove posso trovare informazioni attendibili sul merito creditizio?

Sui siti web di Banca d’Italia, Consob, Associazione Bancaria Italiana, Crif, Experian.

A cosa serve conoscere il mio merito creditizio?

Per sapere se è possibile ottenere un prestito o un mutuo e a quali condizioni. Un buon punteggio creditizio può far ottenere tassi d’interesse più bassi e condizioni più favorevoli.

È importante avere un buon merito creditizio?

Sì, perché il rating può influenzare la possibilità di ottenere prestiti, mutui, carte di credito e persino un lavoro. Un buon punteggio creditizio può far risparmiare denaro e facilitare l’accesso a opportunità finanziarie vantaggiose.

Come posso tutelare la mia privacy quando si parla di merito creditizio?

Le centrali rischi sono soggette a normative che tutelano la privacy dei cittadini. È possibile richiedere di cancellare o correggere dati errati nel proprio estratto conto creditizio.

Quanto è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella per votarlo!

Hai scelto di negare il consenso ai cookie

I Cookie non sono mostri che si nascondono sotto il letto! 👻 Non ti rubano niente! Anzi, sono piccoli aiutanti che migliorano la tua navigazione. Accettando i cookie potrai aiutarci a mantenere liberi e imparziali i contenuti offerti sul nostro sito. La pubblicità mirata è un modo per fornirti informazioni di qualità. Nessun dato personale come le generalità anagrafiche è contenuto nei cookie.

–– OPPURE ––