Quando Arriva la Quattordicesima? Guida Completa 2024

Guida completa alla quattordicesima 2024: scopri quando arriva la quattordicesima, a chi spetta, come calcolare l’importo e le ultime novità.

a cura di Pubblicato il 10 Lug 2024Aggiornato il 10 Lug 2024 di lettura

La quattordicesima mensilità è un’attesa boccata d’ossigeno per molti pensionati e alcuni fortunati lavoratori italiani. Questa gratifica extra, erogata in aggiunta alla normale pensione o stipendio, può fare la differenza nel bilancio familiare, soprattutto in tempi di incertezza economica. Ma quando arriva la quattordicesima nel 2024? E chi ha diritto a riceverla?

In questa guida completa, faremo chiarezza su tutti gli aspetti della quattordicesima: cos’è, a chi spetta, quando viene pagata e come calcolare l’importo. Ti forniremo tutte le informazioni necessarie per capire se hai diritto a questa importante integrazione al reddito e quando aspettartela nel 2024.

Resta sempre aggiornato e ricevi in anteprima Guide e Report!

Quando arriva la quattordicesima? Un anziano felice con la lettera della quattordicesima in mano!
Un pensionato sorridente festeggia l’arrivo della quattordicesima, un importante sostegno economico per affrontare le spese quotidiane.

Cos’è la Quattordicesima?

La quattordicesima mensilità, spesso chiamata semplicemente quattordicesima, è una mensilità aggiuntiva erogata a determinate categorie di pensionati e, in alcuni casi specifici, ai lavoratori dipendenti. Non si tratta di un’aggiunta fissa e universale alla retribuzione, ma di un’integrazione al reddito che viene corrisposta in presenza di determinati requisiti.

Per i pensionati, la quattordicesima rappresenta un importante sostegno economico, soprattutto per coloro che percepiscono pensioni minime o basse. Per i lavoratori dipendenti, invece, la quattordicesima può essere prevista dai contratti collettivi nazionali di lavoro (CCNL) di alcuni settori, come ad esempio il commercio o l’agricoltura.

Scopri di più →

A Chi Spetta la Quattordicesima?

La quattordicesima non è un beneficio universale, ma spetta solo a determinate categorie di pensionati e lavoratori dipendenti che soddisfano specifici requisiti. Vediamo nel dettaglio chi ha diritto a questa mensilità aggiuntiva.

Pensionati

La maggior parte dei pensionati che ricevono una pensione dall’INPS ha diritto alla quattordicesima, ma ci sono alcune condizioni da rispettare:

  • Età: generalmente, bisogna aver compiuto almeno 64 anni per avere diritto alla quattordicesima.
  • Tipo di pensione: la quattordicesima spetta a chi percepisce pensioni di vecchiaia, anzianità, invalidità, reversibilità o ai superstiti.
  • Reddito: il diritto alla quattordicesima dipende anche dal reddito complessivo del pensionato. Esistono fasce di reddito che determinano l’importo della quattordicesima o addirittura l’esclusione dal beneficio.

È importante sottolineare che i requisiti specifici possono variare di anno in anno, quindi è sempre consigliabile consultare le informazioni aggiornate sul sito dell’INPS o rivolgersi a un patronato per verificare la propria situazione.

Lavoratori Dipendenti

Per i lavoratori dipendenti, la quattordicesima non è un diritto automatico, ma dipende dalla presenza di specifiche clausole nei contratti collettivi nazionali di lavoro (CCNL). In particolare, alcuni settori prevedono l’erogazione della quattordicesima, tra cui:

  • Commercio
  • Agricoltura
  • Tessile
  • Alberghiero
  • Alimentare

Se sei un lavoratore dipendente, consulta il tuo CCNL o rivolgiti al tuo sindacato per verificare se hai diritto alla quattordicesima e a quali condizioni.

Scopri di più →

Quando Arriva la Quattordicesima nel 2024?

La domanda più frequente tra chi attende la quattordicesima è sicuramente: "Ma quando arriva?". La risposta, come spesso accade, non è univoca e dipende da diversi fattori.

Quattordicesima per i Pensionati nel 2024

Per i pensionati, l’INPS ha stabilito un calendario di pagamento ben preciso per la quattordicesima nel 2024:

  • Luglio 2024: i pensionati che hanno compiuto 64 anni entro il 31 dicembre 2023 e che soddisfano i requisiti reddituali hanno ricevuto la quattordicesima insieme alla pensione di luglio.
  • Dicembre 2024: i pensionati che compiono 64 anni dopo il 31 luglio 2024 riceveranno la quattordicesima insieme alla pensione di dicembre 2024.

Le date esatte di pagamento possono variare a seconda della modalità di riscossione della pensione (in posta o in banca).

Quattordicesima per i Lavoratori Dipendenti nel 2024

Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, la data di pagamento della quattordicesima non è fissa, ma dipende da quanto stabilito dai singoli CCNL. In generale, la quattordicesima viene erogata insieme alla retribuzione di luglio o, in alcuni casi, di giugno.

È importante sottolineare che non tutti i CCNL prevedono la quattordicesima. Pertanto, è fondamentale consultare il proprio contratto o rivolgersi al proprio sindacato per conoscere le date esatte di pagamento e le eventuali novità per il 2024.

Leggi anche →

Come Sapere se Hai Diritto e Come Calcolare l’Importo

Ora che abbiamo chiarito chi può ricevere la quattordicesima, vediamo come verificare se ne hai diritto e, in caso affermativo, come calcolarne l’importo approssimativo.

Come Verificare se Hai Diritto alla Quattordicesima

Pensionati

Il modo più semplice per verificare se hai diritto alla quattordicesima è controllare il tuo cedolino della pensione. Se hai i requisiti, troverai l’importo della quattordicesima indicato direttamente sul cedolino, solitamente insieme alla pensione di luglio o dicembre.

In alternativa, puoi accedere al sito dell’INPS e verificare la tua situazione personale nell’area riservata ai servizi online. Se hai dubbi o domande, puoi anche rivolgerti a un patronato per ricevere assistenza.

Lavoratori Dipendenti

Per i lavoratori dipendenti, la verifica del diritto alla quattordicesima passa attraverso la consultazione del proprio CCNL. Se il contratto prevede l’erogazione della quattordicesima, troverai le informazioni relative ai requisiti e alle modalità di calcolo direttamente nel testo del contratto.

In caso di dubbi, puoi chiedere informazioni al tuo datore di lavoro o al tuo sindacato di riferimento.

Come Calcolare l’Importo della Quattordicesima

L’importo della quattordicesima non è fisso, ma varia in base a diversi fattori, tra cui il reddito e gli anni di contributi versati (per i pensionati) o il numero di mesi lavorati (per i lavoratori dipendenti).

Pensionati

Per i pensionati, l’importo della quattordicesima viene calcolato dall’INPS in base a fasce di reddito e al numero di anni di contributi. Nel 2024, gli importi variano da un minimo di 336 euro a un massimo di 655 euro, a seconda della situazione reddituale e contributiva.

Reddito lordo fino a 11.672,90 euro

Importo quattordicesimaContributi lavoro dipendenteContributi lavoro autonomo
437,00 euroFino a 15 anniFino a 18 anni
546,00 euroPiù di 15 anni e fino a 25 anniPiù di 18 anni e fino a 28 anni
655,00 euroPiù di 25 anniPiù di 28 anni

Reddito lordo fino a 15.563,86 euro

Importo quattordicesimaContributi lavoro dipendenteContributi lavoro autonomo
336,00 euroFino a 15 anniFino a 18 anni
420,00 euroPiù di 15 anni e fino a 25 anniPiù di 18 anni e fino a 28 anni
504,00 euroPiù di 25 anniPiù di 28 anni

Lavoratori Dipendenti

Per i lavoratori dipendenti, il calcolo dell’importo della quattordicesima dipende da quanto stabilito dal CCNL. In genere, viene calcolata come una mensilità aggiuntiva della retribuzione base, ma possono esserci variazioni a seconda del contratto applicato.

La formula generale per calcolare l’importo lordo della quattordicesima per i lavoratori dipendenti è la seguente:

(Retribuzione lorda mensile x Numero di mesi lavorati) / 12

Dove:

  • Retribuzione lorda mensile: è lo stipendio lordo mensile del lavoratore.
  • Numero di mesi lavorati: si riferisce ai mesi di lavoro effettivo nel periodo di maturazione della quattordicesima,che solitamente va dal 1° luglio dell’anno precedente al 30 giugno dell’anno in corso.

Esempio

Un lavoratore con uno stipendio lordo mensile di 1.500 euro e che ha lavorato per 12 mesi nel periodo di maturazione avrà diritto a una quattordicesima lorda di:

(1.500 euro x 12 mesi) / 12 = 1.500 euro

Importante

  • Questa è una formula generale. Alcuni CCNL potrebbero prevedere modalità di calcolo leggermente diverse o includere elementi aggiuntivi nella retribuzione di riferimento.
  • La quattordicesima è soggetta a tassazione e contributi, quindi l’importo netto effettivamente percepito sarà inferiore a quello lordo calcolato.

Consigli

  • Consulta sempre il tuo CCNL per conoscere le regole specifiche relative al calcolo della quattordicesima nel tuo settore.
  • In caso di dubbi, rivolgiti al tuo datore di lavoro o al tuo sindacato per avere informazioni precise e personalizzate.

Per avere un’idea più precisa dell’importo che ti spetta, puoi utilizzare i simulatori online messi a disposizione da alcuni sindacati o patronati, oppure rivolgerti direttamente a loro per un calcolo personalizzato.

Leggi anche →

Novità sulla Quattordicesima nel 2024

Il 2024 non ha portato particolari novità legislative riguardanti la quattordicesima, ma è importante sottolineare alcuni aggiornamenti e chiarimenti forniti dall’INPS:

  • Conferma dei requisiti: i requisiti di accesso alla quattordicesima per i pensionati sono rimasti invariati rispetto al 2023. È necessario avere almeno 64 anni di età e un reddito personale annuo non superiore a due volte il trattamento minimo INPS.
  • Importi invariati: anche gli importi della quattordicesima sono rimasti gli stessi del 2023, variando da un minimo di 336 euro a un massimo di 655 euro in base al reddito e agli anni di contributi.
  • Pagamenti regolari: i pagamenti della quattordicesima sono stati effettuati regolarmente a luglio 2024 per i pensionati che ne avevano diritto.

Tuttavia, il dibattito sulla quattordicesima rimane aperto, con alcune proposte di riforma che potrebbero portare a cambiamenti in futuro. Tra le ipotesi al vaglio, ci sono l’estensione della platea dei beneficiari, l’aumento degli importi o la revisione dei requisiti di accesso.

È importante rimanere aggiornati sulle eventuali novità che potrebbero emergere nel corso dell’anno, consultando le fonti ufficiali dell’INPS o rivolgendosi a esperti del settore.

Scopri di più →

Consigli per Ottenere il Massimo dalla Quattordicesima

La quattordicesima rappresenta un’opportunità per migliorare la propria situazione finanziaria. Ecco alcuni consigli pratici su come sfruttarla al meglio:

  1. Risparmiare per il Futuro: mettere da parte una parte della quattordicesima può essere un’ottima strategia per creare un fondo di emergenza o per realizzare progetti futuri. Anche una piccola somma, accantonata regolarmente, può fare la differenza nel tempo.
  2. Investire in Modo Intelligente: se hai una propensione al rischio e vuoi far fruttare la tua quattordicesima, potresti valutare l’opportunità di investire in strumenti finanziari a basso rischio, come un conto deposito o un fondo comune di investimento. Prima di prendere qualsiasi decisione, però, è sempre consigliabile consultare un esperto finanziario.
  3. Fare Acquisti Oculati: la quattordicesima può essere l’occasione per fare quegli acquisti che hai rimandato da tempo, come elettrodomestici, dispositivi elettronici o viaggi. Approfitta delle offerte e delle promozioni per ottenere il massimo dal tuo denaro.
  4. Ridurre i Debiti: se hai dei debiti in corso, utilizzare la quattordicesima per estinguerli o ridurli può essere una scelta saggia. In questo modo, potrai liberarti dagli interessi e migliorare la tua situazione finanziaria.
  5. Concedersi un Piccolo Sfizio: non dimenticare di concederti un piccolo sfizio con la tua quattordicesima. Un regalo per te stesso o per i tuoi cari può essere un modo per festeggiare questo piccolo extra e goderti i frutti del tuo lavoro o dei tuoi contributi.
Scopri di più →

Riassumendo

disegno di un ragazzo seduto a gambe incrociate con un laptop sulle gambe che fa un riassunto di tutto quello che si è scritto finora

La quattordicesima mensilità è un’integrazione al reddito erogata a pensionati e alcuni lavoratori dipendenti che soddisfano specifici requisiti di età, reddito e tipologia di pensione o contratto collettivo.

Nel 2024, i pensionati hanno ricevuto la quattordicesima a luglio o la riceveranno a dicembre, mentre per i lavoratori dipendenti la data varia in base al CCNL.

È importante consultare le fonti ufficiali per verificare i requisiti e le date di pagamento, e considerare come utilizzare al meglio questa risorsa extra, ad esempio risparmiando, investendo o facendo acquisti oculati.

Conclusioni

disegno di un ragazzo seduto a gambe incrociate che regge un laptop con scritto dietro allo schermo Conclusioni

La quattordicesima rappresenta un importante sostegno economico per milioni di pensionati e lavoratori italiani. Questa guida completa ha fornito tutte le informazioni necessarie per capire cos’è la quattordicesima, a chi spetta, quando arriva e come calcolarne l’importo.

Abbiamo visto che la quattordicesima è un’integrazione al reddito erogata a determinate categorie di pensionati e lavoratori dipendenti che soddisfano specifici requisiti. Per i pensionati, la quattordicesima viene generalmente pagata a luglio o, in alcuni casi, a dicembre, mentre per i lavoratori dipendenti la data varia in base al CCNL applicato.

Abbiamo anche chiarito come verificare se si ha diritto alla quattordicesima e come calcolarne l’importo approssimativo, fornendo consigli pratici su come utilizzare al meglio questa mensilità aggiuntiva.

Ricordiamo che le informazioni fornite in questa guida sono generali e possono variare a seconda della situazione individuale. Per avere informazioni precise e aggiornate, è sempre consigliabile consultare le fonti ufficiali, come il sito dell’INPS o il proprio CCNL.

Speriamo che questa guida completa sulla quattordicesima ti sia stata utile e ti auguriamo di sfruttare al meglio questa preziosa risorsa per migliorare la tua situazione finanziaria!

Resta sempre aggiornato e ricevi in anteprima Guide e Report!

Domande frequenti

disegno di un ragazzo seduto con nuvolette di testo con dentro la parola FAQ
La quattordicesima è soggetta a tassazione?

Sì, la quattordicesima è considerata reddito imponibile e, pertanto, è soggetta a tassazione IRPEF. L’importo netto che riceverai sarà quindi inferiore a quello lordo calcolato.

Posso ricevere la quattordicesima se sono residente all’estero?

Sì, anche i pensionati residenti all’estero possono avere diritto alla quattordicesima, a patto che soddisfino i requisiti previsti dalla legge italiana. Le modalità di erogazione possono variare a seconda del Paese di residenza.

Cosa succede se non ricevo la quattordicesima quando prevista?

Se hai diritto alla quattordicesima, ma non la ricevi entro le date previste, ti consigliamo di contattare l’INPS o il tuo datore di lavoro per segnalare il problema e richiedere informazioni.

La quattordicesima è cumulabile con altre prestazioni?

Sì, la quattordicesima è cumulabile con altre prestazioni sociali, come la pensione di invalidità o l’assegno sociale. Tuttavia, l’importo della quattordicesima potrebbe essere ridotto in base al reddito complessivo.

Posso richiedere la quattordicesima se l’ho ricevuta in passato, ma non ne ho più diritto?

No, se hai già ricevuto la quattordicesima in passato, ma non soddisfi più i requisiti attuali, non puoi richiederla nuovamente.

Come posso rimanere aggiornato sulle novità riguardanti la quattordicesima?

Per rimanere sempre informato sulle ultime novità riguardanti la quattordicesima, ti consigliamo di consultare regolarmente il sito dell’INPS o di rivolgerti a un patronato per ricevere assistenza personalizzata.

Quanto è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella per votarlo!

Hai scelto di negare il consenso ai cookie

I Cookie non sono mostri che si nascondono sotto il letto! 👻 Non ti rubano niente! Anzi, sono piccoli aiutanti che migliorano la tua navigazione. Accettando i cookie potrai aiutarci a mantenere liberi e imparziali i contenuti offerti sul nostro sito. La pubblicità mirata è un modo per fornirti informazioni di qualità. Nessun dato personale come le generalità anagrafiche è contenuto nei cookie.

–– OPPURE ––